menu

 photo home_dpdp_zps5d54fd4e.png  photo chi_sono_dpdp_zpsfb5fadb6.png  photo ricette_dpdp_zpsd793bcb7.png  photo link_dpdp_zpsc837a305.png

Carrot Cheesecake per Pasqua (e per Imma!)


La Pasqua per me vuol dire più che altro l’arrivo della primavera, del primo sole, delle gemme nuove sugli alberi di casa… E non che ne sia particolarmente felice, dato che sto bene d’inverno, col freddo pungente e preferibilmente quando il cielo è coperto da gonfi nuvoloni grigi.

Quest’anno però (non so per quale ragione, ma la prendo come viene) non sono infastidita dall’arrivo delle prime, timidissime giornate tiepide, sarà perché ce ne sono state ancora poche e si alternano a bufere di acqua e vento!

Insomma di solito in questo periodo mi lamento per varie cose:

- si deve rimettere l’ora e questo mi scombussola sempre; la luce del sole si fa più forte ed io, amante del buio, proprio non la sopporto

- si deve fare il cambio degli armadi, riporre gli adorati maglioni, cosa che poi finisco per rimandare fino a Settembre, ritrovandomi con un cumulo di vestiti male assortiti e confusamente sparsi per tutta la camera

- si avvicina l’Estate, quindi la prova costume alla quale non sarò mai pronta, anche cibandomi di cremine di verdure e insalate senza olio a vita

- il mio ragazzo vorrà trascinarmi con lui a correre, o in piscina, o in bicicletta, o a fare qualche odiato altro sport

- dovrò separarmi dai miei comodi e adorati Ugg ed entrerò in crisi perché non possiedo praticamente nessun’altra scarpa, se non un paio di tacchi altissimi e delle infradito di gomma

- sul treno per l’università continueranno a tenere il riscaldamento a palla fino a Maggio inoltrato, con prevedibili e accaldanti conseguenze

- non saprò cosa indossare, mi dirò che è bene vestirsi a strati ma continuerò a sbagliare avendo sempre o troppo freddo o troppo caldo

Ok. Per fortuna non sono allergica al polline eheheh! Comunque resta il fatto che questa primavera è diversa, sto bene e la accetto volentieri, se si manterrà così mansueta!

Tutti questo delirio anti-primaverile per dirvi che questo Cheesecake mi sembra in armonia con le giornate: è colorato, fresco e ci sono le carote, il che vuol dire coniglietti, il che vuol dire Pasqua! Quindi sì, questo è un cheesecake pasquale, morbido, voluttuoso e ricco... Sì perché ho sostituito una parte del Philadelphia con del Mascarpone, che gli conferisce ancora più delicatezza!

Inoltre, dato che il risultato mi è parso davvero buono, con questo dolce partecipo allo stupendo contest di Imma: Cheesecake dal dolce al salato (mi sto ingegnando per quello salato eh, tra un po’ arriva!)



(Tratto da qui, convertito in misure europee e modificato a piacimento)

Per la base:

50 g di noci tritate (in origine Pecan, per me sono un miraggio!)
150 g di Digestives tritati (in origine Graham crackers che qui non si trovano)
40 g di burro fuso (in origine 55 g)
20 g di zucchero di canna (ho diminuito la dose e sostituito quello semolato con quello grezzo)
1 pizzico di sale
1 pizzico di cannella (perché la adoro, in origine non era prevista)

Per il filling:

2 carote di media grandezza, pelate e grattugiate
200 g di zucchero semolato (più 50 g per la cottura delle carote)
750 g di Philadelphia
150 g di Mascarpone
4 uova
Cannella e noce moscata a piacere
1 pizzico di sale

Accendete il forno a 180° e preparate una tortiera a cerniera di 22 cm di diametro; tenete pronta anche una teglia rettangolare che contenga la tortiera, per la cottura a bagnomaria.

I. Unite tutti gli ingredienti per la base, mescolate bene e ricoprite con il composto il fondo della tortiera, pressando bene con un cucchiaio; infornate per 10 minuti o finché non sarà leggermente colorata; lasciate raffreddare su una griglia per torte.

Abbassate la temperatura del forno a 160°

II. Prendete un padellino, scaldatelo con una grossa noce di burro e aggiungete le carote e i 50 g di zucchero… cuocete per 5 minuti mescolando fino a che non diventeranno belle morbide. Lasciate freddare.

III. In una ciotola montate con le fruste elettriche la Philadelphia e il Mascarpone con lo zucchero restante, aggiungendo le uova una alla volta; unite poi le carote e tutte le spezie, più il sale.

IV. Riempite la tortiera con il composto ed inseritela nella teglia (che avrete riempito per 1/3 di acqua bollente). Cuocete per un’ora e 20 minuti (il composto deve risultare compatto, si deve rassodare ma non imbrunire troppo; se dovesse colorarsi troppo la superficie, copritela con della stagnola!). Fate raffreddare fuori dal forno, sformate il dolce e tenetelo in frigo per minimo 3 ore, ancor meglio se una notte intera. Servite freddo, ma non appena tolto dal frigo!



Ehmmm... non potevo lasciare lì soletta la fetta, vi pare?

8 commenti:

  1. ciao carlotta sei un tesoro questa cheesecake è superlativa e poi le foto...uffa sono tutte bellissime ogni volta che salvo una ricetta nn so mai quale scegliere cmq per te ho scelto la prima foto perche è bellissima!!!grazie mille per aver partecipato al contest,un baci imma

    RispondiElimina
  2. Eh si, Primavera vuol dire cambiamenti! cavoli...c'è anche il cambio degli armadi da fare! e le pulizie generali in casa no?! vabbè, consoliamoci pensando al verde, al sole che inzia a scaldare la pelle e a tutti i profumi dell'aria!!
    ottimo questo cheese cake!! diverso e gustoso!!
    baci baci

    RispondiElimina
  3. davvero davvero magnifica!!!!!

    RispondiElimina
  4. quanto sono d'accordo con te!!
    io però in più soffro anche di allergia!!!

    bellissimo questo cake!

    RispondiElimina
  5. Complimentoni!
    Stavo cercando anche io un cheesecake per il contest di Imma, ma non trovo niente che mi sfagioli, tutti quelli che mi ispirano, tipo questo tuo alle carote, sono già in concorso :-(
    e se te lo rubassi ... ovviamente scherzo, bravissimissima, dev'essere davvero molto buono!

    RispondiElimina
  6. @ Imma: è un piacere partecipare, il tuo contest è davvero favoloso! Sono contenta che ti piaccia il mio cheesecake, avevo un po' di ansia da prestazione! baci!

    @ Manuela & Silvia: giààà le pulizie! oddio! Eh vabè rassegnamoci! Grazie care! baci

    @ Ely: grazie!!

    @ Alem: uhh anche l'allergia, perfetto!

    @ Bietolina: hihihi! sono contenta che piaccia, pensavo non avrebbe convinto... ti assicuro che il gusto è davvero ottimo! baci

    @ Mary e Stefania: grazie mille! provatela! baci

    RispondiElimina

Commenta: mi fa piacere sapere la tua opinione!

Creative Commons License
Dalla parte dei pasticcini by Carlotta Ercolini is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.
Based on a work at dallapartedeipasticcini.blogspot.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://dallapartedeipasticcini.blogspot.com/.